Vacanza in inglese: utilizza i vocaboli corretti!

vacanza_in_inglese_vocaboli

Come abbiamo già imparato, i vocaboli inglesi possono avere significati simili ma con sfumature differenti a seconda della situazione, dell’intenzione o semplicemente dell’utilizzo di un inglese più British o American. Oggi vediamo alcuni vocaboli che potranno servirti nel corso del tuo prossimo viaggio o vacanza in inglese.

Hai letto l’articolo sulle espressioni più utili da utilizzare quando sei in viaggio?

L’inglese per viaggiare è importante per farti vivere la vacanza che desideri e sfruttarla al massimo. Non farti fermare dalla barriera linguistica. Una volta imparate le espressioni “base”, potrai cimentarti con l’utilizzo di vocaboli più specifici, sfruttandone ogni loro sfumatura.

Ecco che il tuo livello di inglese si innalzerà notevolmente!

Holiday o Vacation

Holiday” e “vacation” hanno letteralmente lo stesso significato di “vacanza”, pur presentando delle sfumature differenti. La prima differenza dipende direttamente dall’utilizzo del British English o dell’American English. “Holiday“, infatti, è maggiormente utilizzato nell’inglese britannico, nella sua versione al singolare, per indicare una generica “vacanza”. “I’m planning to go on holiday in July“.
Holyday(s), al plurale, indica un periodo di vacanza più lungo, in una determinata parte dell’anno. “Are you ready for the summer holydays?” “I’m waiting for the Christmas holydays
Nell’American English, “vacation” è di uso più frequente ed assume lo stesso significato di “holiday” nel British English. Anche se “vacation” è usato anche nell’inglese britannico per riferirsi principalmente alle interruzioni delle lezioni nelle università, mentre “holiday” è usato dagli americani per indicare le feste comandate.

Travel, Journey o Trip

vacanza_in_inglese_journey_trip_travel

Viaggi e vacanze spesso vanno a braccetto. Accertiamoci di usare correttamente tutti i vocaboli con il significato di “viaggio”. Il sostantivo “travel” è un uncountable noun (ovvero è uno dei sostantivi non numerabili) che assume il significato generico di “viaggiare”. Un esempio: “The things I love the most are music and travel“. Lo stesso “travel“, usato come verbo, si usa per fare riferimento a viaggi su una lunga distanza. “I travelled through 23 countries last year“.
Journey” si può definire come una parte integrante di un “trip“. Spostarsi con un mezzo da un luogo ad un altro implica un piccolo viaggio, il nostro “journey” appunto. “How was your journey? Fine, my flight was on time!
Per finire, il sostantivo “trip” si usa per definire un viaggio con fine ben preciso, che sia per piacere o per lavoro. Il sostantivo si può affiancare infatti all’attività di riferimento… “I spent a few days out of town on a business trip” o ancora “I went on a camping trip last week end!“.

Luggage o Baggage

Ecco un caso veramente particolare di vocaboli “da viaggio” dal significato estremamente simile. Andando oltre l’approfondimento “storico” dell’origine dei due sostantivi (anch’essi uncountable, ovvero non numerabili), possiamo riassumere che “baggage” è maggiormente utilizzato nell’American English rispetto a “luggage“.
Inoltre, “baggage” può assumere un significato più figurativo nelle espressioni in ci si riferisce ad un “bagaglio emozionale” o di esperienze personali, come per esempio “emotional baggage” e “personal baggage“…

E tu? Che viaggio hai in programma?

Hai già prenotato? A proposito… si dice “booking” o “reservation”?